Nei giorni in cui Fratelli d’Italia lancia una petizione online giuridicamente insensata per sfiduciare il Governo Conte, un Deputato dello stesso partito, l’onorevole Rotelli, organizza un incontro digitale:  “sulla mia pagina Facebook, un argomento complesso e dalle molteplici potenzialità: l’ecobonus del 110% sul quale cercheremo di fare chiarezza con il contributo di esperti del settore”.

«Siamo contenti che l’Onorevole abbia apprezzato una norma fortemente voluta dal Movimento cinque stelle, una normache rilancerà il settore dell’edilizia e che punta all’efficientamento energetico delle città e dei singoli nuclei familiari.

Dal nostro punto di vista Chiedere le dimissioni del Governo che vara queste norme è un controsenso in termini mentre comprendiamo e condividiamo la scelta di voler far conoscere questa grande opportunità. Per questo, pur non volendo soffermarci sulla incongruenza di comportamento dell’Onorevole che definisce l’ecobonus come una misura […]dalle molteplici potenzialità […]” pur non avendo votato la stessa legge che introduceva quel provvedimento, apprezziamo il tentativo di sensibilizzare la popolazione su questa risorsa che, in determinati casi, permette la ristrutturazione di intere palazzine a costo zero.

Delle due una Signor Onorevole, o un provvedimento si condivide, o si è contrari. Un governo o si sostiene o se ne chiedono le dimissioni. Come si può sparare a zero sul Governo Conte e allo stesso tempo organizzare un incontro per approfondire una misura “dalle molteplici potenzialità”? Forse Onorevole, nella sua iniziativa, ha criticato il provvedimento? Perché se così fosse il tutto avrebbe un senso, se invece ha utilizzato il suo prezioso tempo per spiegare un provvedimento che fa il bene del paese, dovrebbe un attimino rivedere le sue posizioni e prendere le distanze dal suo partito e dalla leader di quel partito che nella propria pagina Facebook esalta i risultati del sondaggio per far dimettere il Governo in carica. Crediamo lei debba far chiarezza con i suoi elettori, che potrebbero essere disorientati da tali iniziative. Con la mano destra si fa una cosa e con la sinistra il contrario? Siamo convinti che lei non voglia farsi portabandiera di un provvedimento a cui in parlamento ha votato contrariamente, ma magari ci ha ripensato e lo trova una buona cosa per la nostra economia, cambiare idea è lecito, solo gli stolti non lo fanno, ma se così fosse lo dica chiaramente, in un momento così difficile gli elettori hanno bisogno di certezze», si chiedono i consiglieri comunali Massimo Erbetti, Lorena Ciucci, Francesco Corniglia, Angelo Cingolani, Maurizio Annesi e Rosita Cicoria del movimento cinque stelle.

“La norma permette a tantissimi condomini e singole abitazioni di efficientare la propria abitazione, un’occasione unica per le tante famiglie che dovrebbero affrontare spese importanti e che, invece, possono far ricorso a questo bonus” sostiene Marta Grande, deputata alla Camera. “Nella legge di bilancio abbiamo inoltre esteso la norma fino al 2022”

“L’Ecobonus 110% rappresenta non solo un mezzo per rinnovare il nostro patrimonio immobiliare nella direzione di un maggiore efficientamento nel segno del risparmio energetico e del rispetto dell’ambiente, ma è un vero booster per l’economia e il mondo del lavoro in un momento tanto difficile per il nostro Paese. Ci fa piacere che lo abbiano capito anche i gruppi di opposizione, a dimostrazione della validità dello strumento, al punto da farne oggetto di incontri online”, afferma Alessandra Maiorino, senatrice M5S.