«Chi cerca voti promette nuove facciate, pulizia, servizi, decoro, rilancio e turismo.
Si inventano arrivi di finanziamenti europei, investitori, bandi, solo parole.
Poi a distanza di anni la situazione è sempre la stessa, anzi peggiore.
Il residente protesta, chiama il sindaco o l’assessore di turno e aspetta.
Non basta, deve esserci una maggiore partecipazione per il cambiamento, bisogna riappropriarsi delle piazze e manifestare il proprio dissenso, creare associazioni e comitati, inviare comunicati stampa, segnalazioni scritte e documentate.
La cittadinanza attiva è uno dei cardini a difesa della collettività, bisogna rialzare la testa e pretendere quello che ci spetta.
La situazione al centro storico è grave, dovrebbe essere un’attrazione turistica ma non lo è affatto. Alle zone  da riqualificare si somma il problema dei rifiuti abbandonati e dei ratti.
Ratti che in mancanza di adeguate procedure di profilassi e con il cibo a disposizione dei rifiuti scorrazzano industurbati tra sanpietrini, vicoli e cassonetti.
L’amministrazione risolva questi problemi invece di indire gare per tagliare gli alberi in via Garibaldi».
Così commenta Corniglia Francesco, consigliere comunale M5stelle Montalto di Castro.