“Sono pari a 1.717.500 euro i contributi assegnati ai Comuni della Tuscia per investimenti finalizzati alla manutenzione straordinaria delle strade comunali, dei marciapiedi e dell’arredo urbano”. Lo annuncia il parlamentare viterbese della Lega Umberto Fusco, dopo l’approvazione del Decreto relativo all’assegnazione ai comuni dei contributi per la manutenzione di strade e arredo urbano per gli anni 2022 e 2023.

“Il Decreto consentirà ai 60 comuni della provincia di Viterbo di effettuare lavori di manutenzione straordinaria per la sicurezza stradale e per il decoro urbano. I fondi sono stati assegnati sulla base della popolazione residente al 31 dicembre 2019 riprendendo il bonus Comuni voluto dall’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini.”

Il contributo per l’anno 2022 è stato assegnato ai singoli comuni in base alla popolazione: 10mila euro per i comuni con popolazione inferiore o uguale a 5.000 abitanti; 25mila euro tra 5.001 e 10.000 abitanti; 60mila euro tra 10.001 e 20.000 abitanti; 125mila euro tra 20.001 e 50.000 abitanti; 160mila euro tra 50.001 e 100.000 abitanti. 

L’importo del contributo per l’anno 2023 è stato assegnato in misura pari alla metà del contributo per il 2022. Gli enti beneficiari sono tenuti ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 30 luglio 2022 per i contributi relativi all’anno 2022 ed entro il 30 luglio 2023 per quelli relativi all’anno 2023, a pena di decadenza. 

“In Provincia di Viterbo gli importi maggiori arriveranno al capoluogo, che potrà contare su 240.000 euro, rispettivamente 160.000 euro per il 2022 e 80.000 euro per il 2023, ai comuni di Tarquinia, Civita Castellana, Vetralla e Montefiascone con 90.000 euro (60.000 euro nel 2022 e 30.000 nel 2023), Orte, Tuscania, Montalto di Castro, Ronciglione, Vitorchiano, Acquapendente, Canino, Capranica, Caprarola, Fabbrica di Roma, Soriano nel Cimino e Sutri con 37.500 euro (25.000 euro nel 2022 e 12.500 nel 2023), mentre agli altri 42 comuni, con popolazione inferiore o uguale a 5.000 abitanti,  verranno assegnati 15.000 euro (10.000 euro per quest’anno e 5.000 nel 2023).

Con la Lega al Governo cerchiamo di dare risposte concrete anche alle esigenze del nostro territorio”.