MARTA – Nel tardo pomeriggio di ieri, il candidato nella Lista Civica per Zingaretti, Mauro Mazzola, alla presenza dell’attuale vice governatore della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, ed accompagnato dalla vice sindaco Lucia Catanesi, alla presenza del sindaco Maurizio Lacchini, nei locali del Centro Visite, ha incontrato la popolazione del comune di Marta sulle rive del lago di Bolsena.

Un incontro aperto e franco ove la vice sindaco Catanesi ha illustrato alcune problematiche riguardanti il paese, alcune delle quali già messe in atto ed altre in via di realizzazione parlando del porto, della pista ciclabile circumlagunare messa in campo dall’attuale assessore regionale Valentini, del polo sanitario, tanto per citarne alcuni. La parola è passata quindi ai presenti che hanno effettuato interventi di rilievo, nei quali, il soggetto messo più in luce è stato il lago di Bolsena con le problematiche annesse, dalla realtà del nuovo porto allo stato di salute della vitalità ed inquinamento all’interno del medesimo.
Il presidente dell’Associazione Nautica Martana, Emanuele Rocchi ha parlato per primo ponendo il suo accento proprio sul porto, sollecitando la risoluzione delle sua attuali vicissitudini e quindi la sua messa in esercizio, la dragazione dei sui fiondali, in considerazione della valorizzazione sia degli investimenti fatti, sia dei risvolti positivi che esso produrrà sull’economia del paese nel suo insieme. Ha messo anche a fuoco il desiderio di poter creare un centro nel quale, tutti i diportisti, possano acquisire i principi fondamentali dell’andar per il lago, soprattutto, rispettando il suo ecosistema.

La parola è quindi passata alla signora Renata Brenciaglia dell’Associazione Bolsena lago d’Europa la quale ha posto il suo accento sull’inquinamento del lago e la sua necessaria salvaguardia, argomento, questo, ripreso poi dalla signora Rossella Di Stefano la quale ha focalizzato il suo discorso sulla bonifica del lago, con la riduzione degli sversamenti che sono in atto e causati sia dell’anello del COBALB sia da privati. Bonifica urgente e necessaria non più procrastinabile se non si vuole la definitiva morte di tutto l’ecosistema del logo stesso. La Di Stefano, nel rafforzare le sue preoccupazioni, ha affermato che per salvare la morte dell’ecosistema del lago è rimasto poco tempo ipotizzato in un periodo di circa vent’anni affermando ancora che poi per ritornare alla normalità ci vorrà un lungo periodo quantificato in circa quattrocento anni. Salvare il lago, ha proseguito la relatrice non è più una priorità ma un’impellente necessità.

Ha preso quindi la parola il Vice Governatore Smeriglio, che ha affermato il grande lavoro fatto fino ad ora dalla Regione, riconoscendo, parimenti, che c’è ancora molto da fare e, con questa sua presenza nel paese, ha voluto significare la vicinanza che la Regione pone al territorio, come richiesto in un altro intervento di uno dei presenti. Siamo qui per ascoltarvi e lavorare poi nelle giuste direzioni concordate.

In fase di chiusura vi è stata la presentazione del candidato al nuovo consiglio regionale, Mauro Mazzola, che ha preso la parola ribadendo, confermando e condividendo a pieno quanto affermato dal Vice Governatore Smeriglio, aggiungendo e puntualizzando, contestualmente, che la sua possibile presenza nel prossimo Consiglio Regionale che si eleggerà il quattro marzo prossimo, sarà al garanzia di quanto affermato, proposto e chiesto nel dibattito. Nulla si ha in tasca ma l’impegno, la volontà, la determinazione per lo sviluppo di questo territorio saranno i nostri obiettivi che si tradurranno nella realizzazione di cose concrete, come ci state chiedendo; dateci la vostra fiducia e noi non vi abbonderemo, qualora dovesse succedere vi autorizziamo a sputtanarci sempre e comunque.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook