«Incurante della crisi economica e sociale in corso, distante dai reali problemi del nostro territorio e dei nostri commercianti, troppo impegnata nell’organizzare il taglio di capelli con Federico Fashion Style, la maggioranza in Comune non ha studiato il Decreto Riaperture e  ha diffidato tutti i bar nel nostro Comune a chiudere alle ore 18:00 anziché alle ore 22:00 come stabilito dal Governo.

Incredibilmente i commercianti questa mattina hanno ricevuto la visita degli agenti della Polizia Locale, rafforzata dall’invio di una pec dall’assessorato al commercio, per essere ammoniti sull’obbligo di chiudere l’esercizio commerciale alle 18.

Non sono bastate le multe già fatte ai commercianti della Marina per aver dimostrato contro l’Ordinanza del Vice Sindaco Benni, ancora oggi questa maggioranza continua a governare a suon di sanzioni!

Increduli, abbiamo subito contattato la Prefettura per avere chiarimenti sul Decreto Aperture e abbiamo avuto conferma sul fatto che i bar possono somministrare fino alle 22:00 nei tavoli all’aperto.

L’errore in cui è incorsa la maggioranza è evidente, ma ha creato smarrimento, rabbia e paura nei commercianti che hanno atteso la data del 26 aprile per riprendere il lavoro.

Esprimiamo la nostra solidarietà ai commercianti che, oltre a dover fronteggiare il Covid19, devono difendersi dall’incapacità amministrativa e politica di questa maggioranza».

Così comunicano i Consiglieri Comunali:

Eleonora Sacconi

Emanuela Socciarelli

Marco Fedele

Articolo precedenteVitercomix, il festival di Viterbo è entrato nella Rete Italiana Festival del Fumetto
Articolo successivoFusco (Lega): “L’8 maggio, a Viterbo, presentazione del disegno di legge per la promozione del volo da diporto sportivo e dell’avioturismo”