La Sindaca Giulia De Santis: “Un traguardo per il territorio, un nuovo servizio per dare spazio ad attività culturali e ricreative”

Il Comune di Montefiascone, con determinazione regionale n.G19110 del 30/12/2022, ha ottenuto un finanziamento di 500 mila euro per la riqualificazione dell’ex Mattatoio comunale, sito in Via Oreste Borghesi, finalizzando le risorse regionali per la realizzazione di una sala polivalente.

Sarà così possibile mettere a disposizione della comunità uno spazio aggregativo in cui i cittadini potranno ritrovarsi grazie all’organizzazione di attività culturali, formative e ricreative. Il recupero della struttura permetterà di valorizzare un bene comunale, storicamente legato al tessuto urbano e allo sviluppo economico-sociale della città, andando a promuovere un nuovo legame con un’area che è sempre stata centrale nella vita del Colle Falisco.

Una nuova veste per un luogo che sarà in parte reinventato con l’obiettivo di offrire alla popolazione un ulteriore servizio, per una crescita inclusiva che possa essere uno stimolo a una maggiore interazione creativa e sociale. Uno spazio aperto e partecipativo dove si potrà interagire attivamente, apportando anche il proprio contributo per dare vita a un nuovo punto di riferimento usufruibile a tutti.

“La riqualificazione dell’ex Mattatoio è un importante traguardo per il territorio – spiega la sindaca Giulia De Santis -. Una grande soddisfazione per l’amministrazione comunale che, con la realizzazione della sala polivalente, andrà ad attivare un nuovo servizio per la collettività, andando a coinvolgere la popolazione sotto più punti di vista grazie all’organizzazione di attività culturali e ricreative. Qui nascerà un luogo di incontro per le famiglie, giovani, anziani, vitalizzando il tessuto sociale del paese”.

“Il recupero di quest’area era uno dei punti chiave del nostro programma in campagna elettorale – conclude la sindaca -. E, ad appena un anno dal nostro insediamento, l’amministrazione ha dato concretezza al progetto. Grazie alla Regione Lazio abbiamo la possibilità di rivitalizzare una struttura che si trova in un punto strategico della città e che potrà incrementare la vita di comunità. I cittadini avevano bisogno di uno nuovo spazio per condividere e sperimentare insieme nuove formule di promozione sociale”.

Articolo precedenteCivita Castellana celebra il Giorno della Memoria
Articolo successivo“Pillole di psicologia”, al primo incontro si parlerà di disturbi psicosomatici nel bambino e nell’adulto