Il Tar, nel suo documento ufficiale, emesso il 17/09/2021, n. 09822/2021 Reg. Prov. Coll. e n. 08960/2021 Reg. Ric. emesso a seguito del ricorso inoltrato dalla lista di sinistra, con la candidata sindaco, Giulia De Santis, dopo che la Sottocommissione Elettorale Circondariale di Montefiascone ne aveva decretato l’uscita dalla competizione elettorale per le pesanti irregolarità, ormai a tutti note, ha emesso, non una, ma due sentenze.

Il Tribunale amministrativo, attraverso Elena Stanizzi Presidente, Brunella Bruno consigliera, Ofelia Fratamico Estensore, giudici della Sezione Seconda Bis, riammettendo la lista di sinistra alla competizione elettorale, non solo ha ritenuto giuridicamente lacunose le motivazioni addotte dalla Sottocommissione Elettorale Circondariale di Montefiascone, ma ha anche rigettato, definendolo “inammmissibile” il ricorso incidentale inoltrato dal Danti il giorno 12 settembre 2021 nel quale sottolineava che nella lista presentata dalla Sinistra PD-M5S, oltre il problema della mancanza del Simbolo su alcuni documenti, come la stessa Sottocommissione Elettorale Circondariale di Montefiascone aveva rilevato, esistevano anche alcune gravi irregolarità a carico dei candidati: Vittoria Severini, Matteo Simoncini, Renato Trapè, Giulia Sciuga, e Carla Mancini.

Il tribunale:

  • ha accolto il ricorso principale e, per l’effetto, annullato il provvedimento di ricusazione impugnata ed ammesso la lista “Montefiascone merita-De Santis Giulia Sindaco” alla competizione elettorale;
  • ha dichiarato inammissibile il ricorso incidentale.

 

Pietro Brigliozzi