Dopo l’articolo “Sentenza su Geotermia. A Montefiascone Rita Chiatti euforica, altri politici delusi”, pubblicato questa mattina, la ex vice Sindaco Orietta Celeste scrive in redazione chiarendo che “con la giunta Paolini eravamo contrari e avevamo già deliberato la Costituzione in Giudizio al TAR per impedire la installazione degli impianti.

Durante il Consiglio mi sono astenuta spontaneamente, senza essere ripresa da nessuno in quanto decido con la mia testa.

L’astensione è stata una inevitabile presa di posizione nei confronti della Chiatti che quel giorno aveva votato contro il DUP, documento unico di programmazione, e quindi sul bilancio; il ricorso al TAR era stato già deliberato e ci eravamo già costituiti”.

Nell’articolo in questione nessuno ha parlato delle delibera né vi ha fatto riferimento e considerazione alcuna, né in positivo, né in negativo. Abbiamo detto che la ex vice Sindaco si è astenuta cosa da lei riconfermata.

È invece motivo di grande perplessità scoprire che certe votazioni in Consiglio comunale venivano effettuate anche per ripicche personali piuttosto che nell’interesse della città e dei suoi cittadini, come invece dovrebbe essere.

Per questo, forse lo scollamento nella ex maggioranza e i contrasti all’interno della Giunta. Una realtà più volte sottolineata, ma negata sia dall’ex Sindaco che dal capogruppo di maggioranza, che probabilmente è il principale motivo della caduta dell’amministrazione Paolini.

Pietro Brigliozzi

Sentenza su Geotermia. A Montefiascone Rita Chiatti euforica, altri politici delusi