L’assessore Luciano Cimarello esprime tutta la sua preoccupazione, unendosi e condividendo quella della sindaca Giulia De Santis, sul forte deficit amministrativo di Villa Serena riscontrato il giorno dieci ottobre in riferimento a quanto reso noto nella trimestrale di settembre.

Tutto questo ha scatenato una forte reazione da parte dell’attuale Amministrazione nei confronti della precedente guidata dal sindaco Massimo Paolini, il quale, su questa struttura e sul suo andamento logistico-gestionale-amministrativo, in una seduta di un precedente Consiglio Comunale, avrebbe dato informazioni parziali, coprendo la grave situazione deficitaria della Casa di Riposo.

Nel contesto, confermano gli attuali amministratori, si attende il bilancio consuntivo di fine anno onde avere dati più precisi per la piena conoscenza del reale stato economico in cui si trova la struttura che non deve essere un carrozzone, ma per il buon nome della città deve ritornare ad essere quel fiore all’occhiello che è sempre stata per la qualità dei servizi offerti agli ospiti.

Qualora le attuali condizioni dovessero essere confermate, o aggravate come si ipotizza, il Comune, quale attuale unico gestore, dovrebbe intervenire per ripianare il debito con il rischio di dissesto delle finanze comunali.

Dietro tutto ciò una lunga serie di problemi che la passata amministrazione non ha reso noti, come la necessaria ricerca di un nuovo Partner privato nella gestione della struttura, l’immobile che necessita di radicali interventi di risanamento e altro.

Per questo, la Amministrazione si affiderà a dei professionisti e ad una governance assolutamente diversa dall’attuale.

Cimarello ha anche annunciato che per fare tutto quello che è necessario, l’Amministrazione della sindaca Giulia De Santis, impiegherà tempi molto brevi.

Pietro Brigliozzi