I consiglieri comunali Danti Andrea, Celeste Orietta, Ranaldi Maria Cristina, Ceccarelli Massimo e Manzi Paolo Domenico, chiedono la convocazione di un Consiglio Comunale avente all’O.d.G.:

all’Assemblea del 29.09.2022 il consigliere comunale Manzi Paolo Domenico, che ne aveva ricevuto copia a seguito di formale accesso agli atti, chiedeva spiegazioni in merito ad una comunicazione della Dott.ssa Paola De Santis, già Dirigente del Comune di Montefiascone, inviata al Sindaco, al Segretario Generale, alla Giunta Comunale, al Presidente del Consiglio e al Consiglio Comunale in data 5.4.2022, prot. n. 0008449 e MAI PERVENUTA  AI sottoscritti CONSIGLIERI COMUNALI.

Il contenuto della missiva è dirompente in quanto il Dirigente del Comune ipotizza gravi violazioni nelle procedure di assunzione del personale in servizio all’asilo nido.

Al Consiglio Comunale del 29.09.2022 i sottoscritti consiglieri comunali chiedevano, pertanto, che venisse convocata la Dirigente Dott.ssa Paola De Santis per chiarire la vicenda.

Il Presidente del Consiglio, dopo una serie di rinvii, decideva di non chiamare la Dirigente e che se ne sarebbe discusso in un successivo Consiglio Comunale.

Ad oggi lo stesso non è stato ancora convocato e, pertanto, i sottoscritti consiglieri comunali  ne formulano rituale richiesta.

La vicenda attiene anche ad un altro profilo che dovrà essere chiarito: la Dirigente Comunale ha inviato la missiva al Protocollo del Comune con indicati, tra i destinatari, anche i Consiglieri Comunali ai quali, invece, a tutt’oggi, NON E’ STATA ANCORA RECAPITATA  la nota prot. n. 0008449 del 05.04.2022, nonostante siano ormai trascorsi oltre 6 mesi.

E’ allora INDISPENSABILE che venga convocato un Consiglio Comunale ad hoc per fare chiarezza sulla vicenda”.

Articolo precedenteColdiretti Viterbo: sentenza unica del Consiglio di Stato restituisce il consorzio di bonifica Etruria meridionale e Sabina ai territori
Articolo successivoSicurezza e salute sul lavoro: incontro in Prefettura per fare il punto della situazione nel territorio provinciale