Pietro Brigliozzi

 

MONTEFIASCONE – Il sindaco Cimarello risponde alla minoranza sul problema del senso unico dopo che nell’ultimo consiglio comunale, su questo tema, si è sviluppata una contestazione piuttosto sentita sia da parte dei consiglieri di minoranza che da parte del numeroso pubblico presente.

 

Ad onor del vero, prima che intervenisse personalmente il sindaco Cimarello, una prima risposta è stata data dal vice sindaco Fumagalli essendo stato chiamato in causa per l’iniziativa presa allorché era sindaco Lui, poi risolta nel nulla di fatto.

 

Il Fumagalli ha detto che nulla è stato fatto dall’oggi al domani. Vi è stata tutta una serie di lettere dei residenti della via con le quali chiedevano l’attuazione di questo provvedimento. Sotto il profilo amministrativo, ha seguitato Fumagalli, vi è una vecchia delibera in tal senso, forse quella fatta durante il suo mandato. Ha poi concluso nessuno di noi vuol far del male ad alcuno; confermando che tutto è stato fatto in via sperimentale e, sotto il profilo logistico, vi sono stati incontri sia con la gente del posto che con i dirigenti del COTRAL. Si è fatto poi il cambio di senso e sembra che questa seconda sperimentazione sia meno caotica della prima anche se sta creando qualche problema nella zona in fondo a Via delle Cannelle. Cercheremo di risolvere il problema in quella zona.

 

E’ quindi intervenuto l’assessore Batinelli il quale ha confermato che è stato riesumato un vecchio studio; si stanno facendo degli esperimenti per trovare la soluzione migliore, sono state fatte analisi in tempi diversi proprio per avere un quadro il più possibile vicino alla realtà. La seconda ipotesi è in atto da pochi giorni ed è presto per fare delle valutazioni di merito. Batinelli, quasi a suffragare la bontà del provvedimento, ha poi posto l’attenzione sul numero dei parcheggi che il senso unico ha consentito di realizzare, ben cinquantasei, quindi ha rassicurato tutti che il nome alla via non verrà cambiato.

 

Infine è intervenuto il sindaco che ribadito di essere stato sollecitato con forza, da più parti ed in diversi modi a prendere questo provvedimento così ha confermato quanto già avevano detto in un articolo uscito circa venti giorni or sono; con questo provvedimento si vuole soprattutto vietare il traffico pesante nel centro di Montefiascone, per cui, quanto fatto è una buona cosa. Si è creato anche un marciapiedi e quindi, oltre l’eliminazione del traffico pesante, si è data una certa sicurezza ai pedoni, poiché, anche in questo senso, ci sono state delle specifiche richieste.

 

Cimarello ha poi puntualizzato che, essendo Montefiascone una cittadina al di sotto dei quarantamila abitanti, non ha obbligo di legge a redigere un piano del traffico, per cui, si è usufruito dei tecnici dei nostri uffici che si sono dimostrati ben qualificati. Sotto il profilo amministrativo c’è un ordinanza che tra l’altro recita che il provvedimento è in via sperimentale. L’incontro con i commercianti, a seguito della loro richiesta c’è stato, e, con essi, sono stati chiariti diversi aspetti. Il primo cittadino ha ribadito che con il senso unico si sono ottenuti cinquantasei posti macchina con la sosta limitata ad un ‘ora; ha poi proseguito dicendo che non si deve ragionare sull’onda dell’emotività del rinnovamento ma nell’interesse dei cittadini E’ vero ci sono delle criticità, ha ammesso il sindaco, ma siamo qui per risolverle. Il sindaco, poi, a sorpresa, ha letto un messaggio pesante pervenuto sul suo telefonino, con il quale, qualcuno ha sollecitato tutti gli abitanti della via a partecipare al consiglio cogliendo, così, di sorpresa, il sindaco e creare dura contestazione. Cosa accaduta regolarmente con bagarre finale, durante la quale, il sindaco, ha lasciato la sua sedia ed sceso nella platea consigliare venendo a duro scontro verbale sia con l’opposizione che con il pubblico. Questo atteggiamento è stato interpretato da molti come un atteggiamento con il quale il sindaco stia blaterando e navigando nell’incertezza.

 

Commenta con il tuo account Facebook