ORTE – “E’ nato la scorsa settimana il movimento civico “Officina Ortana”, movimento che intende avviare un’azione politica inclusiva fondata sul rilancio della città di Orte, con l’aiuto e il contributo di tutti. “Officina Ortana” nasce dall’incontro di diverse esperienze politiche, civiche e associazionistiche, che hanno già operato e operano in molti ambiti per qualificare la città di Orte.

Abbiamo scelto il nome “officina” come il luogo in cui rimettere a nuovo Orte, plasmarlo e fabbricarlo con nuove idee e nuovi strumenti. Officina come ambiente del confronto, della valutazione e delle scelte migliori per tutti.

 

Siamo consapevoli che Orte abbia bisogno di voltare pagina. E che abbia bisogno di un approccio innovativo e giovane alla cosa pubblica. Che abbia bisogno di modificare l’ordine di priorità con cui un’amministrazione comunale agisce sul territorio, attuando scelte che mettano in primo piano la cultura ed il turismo, l’ambiente e il sociale, la partecipazione civica e l’associazionismo in un grande percorso di sviluppo e pianificazione della comunità ortana (intesa come persone e territorio) capace di creare sviluppo, economia, senso di appartenenza e, soprattutto, lavoro.

 

Siamo convinti che Orte abbia bisogno di un restyling sociale e civile, di una riqualificazione urbana e identitaria, che sia in grado di superare inopportune divisioni tra i singoli quartieri. Siamo convinti che questa città abbia necessità di una proiezione verso i territori limitrofi e al tempo stesso di una dimensione europea.

 

Tutte qualità ed aspetti che non devono apparire né ambiziosi né impossibili perché raggiungibili con una politica nuova e seria. Orte ha i suoi aspetti negativi, ma anche una grande quantità di eccellenze di cui il cittadino ortano molte volte è il primo, se non unico, detrattore. E la politica seria deve accendere i riflettori sulle eccellenze, non farle apprezzare da altri.

 

Tornare a credere in Orte è infatti la nostra prima scommessa: una rivoluzione nel giudizio generale, una presa di coscienza che parte dalla conoscenza, dall’educazione e dalla formazione dei nostri bambini, che saranno gli ortani del futuro. Gli individui a cui vogliamo far ereditare una città migliore, in grado di offrire una speranza per il domani.

 

“Officina Ortana” intende fare esclusivamente politica, ambisce ad amministrare Orte fin dalla prossima tornata elettorale e vuole farlo con l’apporto dei cittadini che credono in questi ideali, con il supporto di idee e programmi di associazioni e gruppi che amano la città di Orte. Noi ci siamo e chiunque vorrà interloquire con noi sa che troverà una porta aperta, voglia di ascoltare e confrontarsi, per crescere insieme, per il bene di Orte”.

 

Officina Ortana
Il coordinamento: Fabio Favilla, Gabriele Segattini, Angelo Ciocchetti

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email