Si è svolta venerdì 5 Luglio presso il Palazzetto Luciani di Cori l’assemblea provinciale del PCI dedicata all’organizzazione del Partito in sede locale in preparazione dell’Assemblea Organizzativa Nazionale che si terrà a Bolsena il 13 e 14 Luglio.

Rafforzare la presenza nei luoghi di lavoro, dare voce a chi non si riconosce nei partiti e movimenti presenti nell’attuale scenario politico italiano (vedi astensionismo alle ultime elezioni), rompere il muro di silenzio che da un decennio circonda la Sinistra Comunista, ricondurre lo scontro politico ai temi essenziali quali l’attacco all’unità nazionale con il progetto di “autonomia differenziata”, la risoluzione delle oltre 160 vertenze su crisi aziendali aperte attualmente al Ministero del Lavoro,  difendere la sanità pubblica dall’assalto portato da chi vede la sanità solo come profitto.

Accanto a temi nazionali – comunica il Segretario provinciale PCI, Federazione Latina, Giampaolo Milizia – si è discusso sul ruolo dell’Europa le cui politiche sono dettate dal capitale transnazionale. Diffondere l’idea di un’Europa dall’Atlantico agli Urali, un’Europa di cooperazione fra Stati Sovrani con uguali diritti, volta alla pace, alla collaborazione, alla solidarietà con il mondo e sul ruolo della NATO, alleanza politica, economica, militare, a guida statunitense costituisce un rischio per la pace mondiale. Tutti questi temi che saranno sviluppati nel corso dell’assemblea Nazionale marceranno insieme ai problemi locali (sanità, rifiuti, ambiente) che il PCI è chiamato ad affrontare.

Commenta con il tuo account Facebook