VITERBO – “I risultati delle Primarie sono stati chiari: Matteo Renzi è segretario con oltre il 70% dei voti e Andrea Orlando si attesta sul 21%: a livello nazionale quella dell’ex Premier è stata un’affermazione netta e va riconosciuto.

La partecipazione, che era un dato non secondario, è stata superiore alle aspettative: dobbiamo
ripartire da qui e lavorare tutti insieme ad un Pd forte, plurale ed inclusivo che sappia fare da argine al populismo e si proponga come seria forza di governo. Lo stesso Renzi ha detto che dovrà imparare anche dalle istanze che hanno portato avanti Orlando ed Emiliano.

Nella Tuscia, dove hanno votato circa 15mila persone, il risultato della mozione Orlando è stato straordinario, davvero eccezionale: con il 36,4%, infatti, il Viterbese fa registrare uno dei dati più alti d’Italia e il più alto del Lazio, attestandosi oltre il 15% sopra il dato nazionale. Da sottolineare inoltre che nella Tuscia, in controtendenza rispetto al resto d’Italia, il risultato della mozione Orlando è più alto rispetto a quello dei congressi di circolo, segno di un’attenzione al territorio e di un dialogo con i cittadini.

Voglio ringraziare tutti coloro che si sono recati alle urne, i sostenitori della mozione Orlando, i volontari che hanno reso possibile questa giornata, tutte le persone che ho incontrato in giro per la provincia. I risultati mi danno ampia soddisfazione e personalmente ho ricevuto numerose attestazioni di stima. Il Pd è più vivo che mai e la giornata del 30 aprile lo ha ampiamente dimostrato”.

Enrico Panunzi
Consigliere Pd Regione Lazio, capolista della mozione Orlando per la provincia di Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email