PROVINCIA – “Il completamento della Orte Civitavecchia è stato ed è al centro del dibattito politico sociale e culturale degli ultimi 20 anni senza alcuna definizione.
Ricordiamo ,che questa opera strategica per il nostro territorio, è iniziata circa 42 anni fa quando i cicli produttivi di un cantiere erano molto più lenti di ora e ad oggi mancano ancora 18 km circa per completare la “Via Della seta della Tuscia “ che appena finita misurerà appena 75 km. Ammesso e non concesso che i lavori terminino a breve ,avremmo impiegato mezzo secolo per costruire una strada di 75 km ,roba da far rabbrividire chiunque abbia un minimo di buon senso.

Sulla stampa di questi ultimi giorni continuano gli spot sul no assoluto a quel percorso piuttosto che proporre ,a limite , soluzioni percorribili ,continuando a dispensare dichiarazioni non utili alla definizione del problema e senza proporre una via definita per uscire da questo imbarazzo che ormai caratterizza la nostra provincia e questa politica inconcludente.

Più volte ci siamo spesi prendendo una posizione chiara , insieme a noi anche molte istituzioni e associazioni di imprese ,anche con l’ultima manifestazione del 5 Luglio a Monteromano per ribadire un concetto” basta con le critiche ed avanti con proposte chiare e percorribili” ,altrimenti con tutti questi galli a cantare non si farà più giorno ,a discapito soprattutto di quella sana collettività che vede nel completamento dell’opera una opportunità di sviluppo economico e sociale ormai indispensabile per arginare la grave situazione di crisi nella nostra provincia”.

Francesco Agostini
Segretario Generale
Filca Cisl Lazio Nord

Commenta con il tuo account Facebook