ORTE – Di fronte a una sala gremita, si è svolto ieri a Orte un confronto – organizzato dall’Unitre (Università delle Tre Età) – tra le ragioni del SÌ e le ragioni del NO. L’incontro è stato molto partecipato anche dal punto di vista emotivo.

Per il NO era presente il noto magistrato Domenico Gallo, il quale, con chiarezza e pacatezza, ha spiegato come da questa riforma risultano completamente alterati gli equilibri tra i poteri, a vantaggio dell’esecutivo rispetto a un Parlamento di fatto svuotato delle sue funzioni. Questo anche perché non risulta possibile dividere il “pacchetto” riforma costituzionale + legge elettorale. Entrambe vanno nella stessa direzione: e verrebbe eletta un’unica Camera con una legge nella quale si prevede un enorme premio di maggioranza, sconvolgendo appunto il sistema di pesi e contrappesi tra i poteri che i Padri Costituenti avevano voluto. Gallo ha inoltre spiegato come le motivazioni di questa riforma possano, a un attento esame, risultare assai poco soddisfacenti.

Dall’altra parte, a spiegare le ragioni del SÌ, era presente la Presidentessa del Comitato locale, dott.ssa Marina Faggiani, Numerosi e appassionati, da una parte e dall’altra, gli interventi dei cittadini che hanno partecipato all’iniziativa.Il Comitato del NO ha invitato comunque ad abbassare i toni della contesa e a “spersonalizzare” questa competizione referendaria, che è nel merito e non va assolutamente associata alle sorti di questo o quel Governo”.

Claudio Forzoni
Comitato per il NO di Orte

sala