Enrico Panunzi

ORTE – “Ho letto sugli organi di stampa l’interessamento che i consiglieri regionali di FI di Umbria e Lazio hanno per la stazione ferroviaria di Orte.

Da loro potrà arrivare un contribuito per una battaglia comune. Voglio però ricordare che lo scorso 5 luglio, con la mozione 452, di cui sono primo firmatario, insieme ad alcuni consiglieri regionali abbiamo richiesto un intervento presso Trenitalia per potenziare i collegamenti ferroviari del nodo di Orte.

Nel documento chiediamo che sia aperto un tavolo di lavoro con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per migliorare la rete del Lazio settentrionale. Inoltre, in collaborazione con la Regione Umbria, vogliamo che s’istituisca un tavolo di confronto con le aziende di trasporto ferroviario per la fermata quotidiana a Orte di quattro coppie di treni dell’alta velocità, sia in direzione nord sia in quella sud, garantendo collegamenti più facili per i cittadini delle province di Viterbo e Rieti. Di tutto ciò, peraltro, è informato anche il sindaco di Orte Angelo Giuliani.

Oltre a ciò la Regione Lazio proprio ieri mattina ha avanzato formale richiesta al Ministero dei trasporti per ottenere la fermata dell’intercity 581 presso la stazione di Orte. C’è la massima collaborazione con Trenitalia che dovrebbe inserire in tempi brevi la fermata appena avuto il via libera dal Ministero. Al fine di garantire un’offerta ferroviaria adeguata all’importanza del territorio di riferimento, la Regione Lazio chiederà alla Regione Umbria di aprire un tavolo all’insegna della collaborazione interistituzionale che lavori su ogni soluzione possibile per incrementare i collegamenti favorendo i pendolari di entrambe le Regioni.

Il trasporto ferroviario ha ricevuto la massima attenzione da parte della Giunta Zingaretti. Ricordo solo che nell’ottobre del 2016 Regione Lazio e Trenitalia hanno sottoscritto un nuovo contratto di servizio milioni da 540 milioni di euro e, sempre a proposito di Orte, l’aggiunta di nuovi posti sui treni Viterbo- Orte – Roma Termini (il cosiddetto “Viterbetto”) e la velocizzazione dei tempi di percorrenza con la Capitale- Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla rinnovata credibilità e autorevolezza della nostra amministrazione che ha prodotto buoni risultati”.

Enrico Panunzi
Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio

Commenta con il tuo account Facebook