REGIONE – Il Presidente di Federconsumatori Lazio – Luigi Agostini – plaude alle misure contenute nel “Pacchetto famiglia” della Regione Lazio perché, finalmente, mirano a fornire più servizi pubblici a sostegno delle famiglie in difficoltà per quei settori che maggiormente gravano sul lavoro e l’imprenditorialità femminile.

 

“La situazione dei servizi nel Lazio è ormai da tempo al collasso con grave danno anche per l’occupazione nella regione perché, laddove mancano i servizi a supporto della famiglia e delle fasce più deboli della società, i bisogni quotidiani ed impellenti delle fasce deboli vanno a gravare sul lavoro quasi esclusivamente femminile. I costi, non solo materiali, causati dallo smantellamento continuo e seriale dei servizi di welfare pubblico per la società tutta e per le singole realtà sono altissimi: un asilo privato per mezza giornata costa in media, a Roma, dai 250 ai 350 euro (pranzo compreso); assistenza diurna, domestica e sanitaria per anziani costa all’ora dai 12 ai 17 euro di media; assistenza notturna per anziani costa all’ora tra i 15 ed i 20 euro di media.

 

Questi solo i costi vivi senza contare il resto che comprende farmaci, servizi ausiliari, abitazioni spesso necessitanti di modifiche strutturali qualora si avesse l’esigenza di assistere bambini o anziani con disabilità. A tutto questo si aggiunga lo smantellamento dei patronati che gestiscono ed offrono tanti servizi di supporto e aiuto a basso costo o gratuitamente per sostituire i quali sempre più i cittadini si dovranno riferire a commercialisti privati, medici legali, società multi servizi e simili”.

Commenta con il tuo account Facebook