REGIONE – “Continua la lotta agli sprechi portata avanti dalla Regione Lazio che, tra le prime Regioni in Italia, si mette in linea con la legge di Stabilità 2015, tagliando le società e le partecipazioni societarie. Entro fine anno, infatti, il Piano di razionalizzazione presentato questa mattina permetterà di passare da 35 a 6 partecipazioni dirette, di cui 4 con un ruolo strategico nei settori del trasporto pubblico, mobilità, sviluppo economico e sistemi informativi e funzioni amministrative.

 

Di queste 6 partecipazioni, inoltre, due potranno essere dismesse quando avranno completato le proprie attività: si tratta di Sanim (per pagare i debiti della sanità) e Autostrade per il Lazio (si occupa di attività legate in parte alla Roma – Latina). Da sottolineare che il Piano, già trasmesso alla Corte dei conti, tra razionalizzazione e ricavi di quote (che sono pari ad oltre 30 milioni di euro), permetterà alla Regione di risparmiare da qui a due tre anni circa 70-80 milioni di euro.

 

Ci stiamo avviando, in ultima analisi, ad essere una Regione moderna, efficiente, che taglia le poltrone e produce servizi. Mi piace ricordare, a tal proposito, anche il risparmio di 4,8 milioni di euro conseguito grazie a “Lazio Innova”, la società unica finanziaria regionale che riunisce e razionalizza servizi, competenze e attività di 6 società precedenti. Con la giunta Zingaretti, insomma, il Lazio sta davvero cambiando passo”.

 

Enrico Panunzi (foto)
Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email