Si è svolto ieri alla sala P.Neruda di Civita Castellana il Congresso Cittadino del “Circolo Enrico Minio” di Civita Castellana, che si inserisce nel percorso che condurrà all’XI Congresso Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista.

Di seguito una nota inviata dal Partito della Rifondazione Comunista, Circolo E.Minio.

«Dopo i ringraziamenti alla Segretaria uscente Nicoletta Tedesco per gli ottimi risultati conseguiti, al termine della discussione delle tesi che formano il documento unico congressuale, lo stesso è stato votato all’unanimità da tutti i numerosi compagni presenti.
Sempre all’unanimità è stata approvata la proposta del nuovo direttivo e della nuova segreteria del Circolo che sarà formata dai compagni Paolo Abati e Daniela Pinardi.
Entrambi sono stati recentemente candidati nella lista del Partito alle elezioni amministrative di Civita Castellana conseguendo ottimi risultati (Daniela Pinardi risulta essere la prima dei non eletti al Consiglio Comunali).
Paolo Abati, 26 anni, ha portato a termine da poco il ciclo di studi della laurea magistrale ed è attivo nell’associazionismo cittadino.
Daniela Pinardi, 55 anni,con incarichi nel direttivo e successivamente nella segreteria,è impegnata nel ‘’Coordinamento 8 Marzo’’ di Civita Castellana, un collettivo che porta avanti la difesa dei diritti delle donne e promuove consapevolezza e dibattito riguardo alle tematiche femminili.
Tutti i nuovi organismi direttivi avranno come primo obiettivo quello di rilanciare l’opposizione all’attuale giunta di centrodestra che sta amministrando, con risultati catastrofici, Civita Castellana.
Il cimitero, Il Parco Primo Maggio (boschetto) ed in generale il decoro urbano della nostra cittadina si trovano in uno stato pietoso, le opere incompiute (ormai storiche) della Piscina comunale e della scuola G.Rodari restano tali in uno stato di abbandono perenne, la Biblioteca comunale è ancora chiusa ed inagibile per studenti e cittadini.
Non si vede nessun piano di sviluppo per il nostro Ospedale, né per tutti gli altri servizi pubblici, ad iniziare dai trasporti (in particolare per la Roma – Viterbo).
La nostra cittadina si trova in uno stato di totale apatia, con un distacco tra cittadini ed amministrazione comunale sempre maggiore.
Dal punto di vista dell’organizzazione del Partito, il Circolo si pone l’obiettivo di mantenere costante il trend di crescita dei tesserati (che hanno toccato quota sessantacinque nel 2020) con un rafforzamento della propria componente giovanile».