VITERBO – “Nel Consiglio Comunale di Viterbo di ieri, con l’approvazione della delibera che mette in evidenza l’attenzione su un tema che riguarda la partecipazione attiva della società amministrata e cioè l’attivazione di un modello che prevede la possibilità da parte dei cittadini di diventare attori della proposta, della sua progettazione e della risoluzione con costi sicuramente più competitivi e un diverso modello di affrontare la vita quotidiana in relazione allo sviluppo della città.

 

Questo modello e questa sfida prevede lo sviluppo dell’associazionismo attivo, quello che si rimbocca le maniche davanti ai problemi e li risolve. Il gruppo consiliare di Forza Italia, vista la legge 164 del 2014 ( Sblocca Italia), visto l’art. 24 il quale recita “ Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio”, I Comuni possono definire con apposita delibera i criteri per la realizzazione di interventi su progetti presentati da cittadini singoli o associati, purchè individuati in relazione al territorio da riqualificare. Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero di riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano. In relazione alla tipologia dei predetti interventi, i comuni possono deliberare riduzioni o esenzioni di tributi inerenti al tipo di attività posta in essere.

 

L’esenzione è concessa per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e per attività individuate dai comuni, in ragione all’esercizio sussidiario dell’attività in essere. Tale riduzioni sono concesse prioritariamente a comunità di cittadini costituite in forme associative stabili e giuridicamente riconosciute. Dopo l’approvazione di ieri, il compito dell’amministrazione sarà quello di proporre al Consiglio Comunale un regolamento per dare sviluppo concreto a questa idea di sostegno collettivo e partecipativo al miglioramento qualitativo del nostro territorio. L’auspicio è che il tema possa essere affrontato con rapidità e sollecitudine prima dell’approvazione del bilancio di previsione 2015, affinchè i cittadini possano chiare le forme e le modalità per mettere in campo la propria disponibilità e il proprio ingegno”.

 

Gruppo consiliare Forza Italia Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook