Devid porrello

“In queste settimane abbiamo evitato di entrare in polemica con chi stava gestendo l’emergenza sul territorio dal punto di vista sanitario rivolgendo i nostri dubbi e domande sempre a livello centrale, cioè all’assessore D’Amato o alla competente direzione regionale. Ho però il dovere di esercitare la mia funzione politica visti alcuni fatti, emersi anche in recenti articoli di stampa, che appaiono frutto di scelte poco comprensibili. Questa mattina ho inoltrato una richiesta di accesso agli atti alla ASL Roma 4 per rintracciare tra i documenti il motivo per cui il 5 maggio i dispositivi sono stati acquistati, con affidamento diretto, ad un prezzo superiore a quello di mercato, in linea con i prezzi delle prime settimane della pandemia, ma non con quelli di quando l’atto è stato siglato. Mi chiedo perché comprare un prodotto a un prezzo superiore di quello offerto da altri operatori senza fare una revisione dell’offerta o richiederne altre? In un momento così delicato è doveroso ricevere risposte certe da parte dell’azienda ospedaliera e richiedere trasparenza nella gestione finanziaria, soprattutto quando si parla di acquisto di materiale di protezione individuale.”