VITERBO – “Siamo fortemente preoccupati della situazione in cui si trova ad operare il personale del Comune di Viterbo. Abbiamo più volte segnalato le difficoltà che incontrano i dipendenti dei vari Uffici e Servizi nell’espletamento delle incombenze loro assegnate”. A dichiararlo è Lucio Corbucci, Segretario territoriale responsabile Enti Locali della UIL FPL Viterbo.

 

“Ciò è causato, in parte – prosegue Corbucci – da una ormai cronica carenza di personale, di cui non è certamente responsabile l’Amministrazione, in parte, d’altro canto, dall’utilizzo e allocazione delle risorse umane che suscita a questa Organizzazione Sindacale molte perplessità sotto il profilo della ragionevolezza e funzionalità. Assistiamo, infatti, sempre più spesso, ad assegnazioni e spostamenti di dipendenti che non sempre trovano giustificazioni organizzative, ma sembrano dettati da logiche incomprensibili. Avevamo accolto con favore l’iniziativa dell’Assessore al personale Barelli di attivazione di un tavolo di confronto per fare emergere le problematiche di ogni singolo Settore.

 

Negli incontri finora effettuati – sottolinea Corbucci – sono state portate all’attenzione dell’Amministrazione tutta una serie di criticità che, a nostro avviso, a tutt’oggi non hanno trovato soluzione, anzi, in alcuni casi si sono maggiormente complicate. In particolare, le condizioni ai Lavori Pubblici, ai Tributi, alla Polizia Locale, e da ultimo, all’Anagrafe. La cosa non è oltremodo tollerabile, i lavoratori rischiano di dover rispondere personalmente di possibili inefficienze che questa situazione può causare. Riteniamo – conclude Lucio Corbucci – che l’Amministrazione debba adottare tutti i necessari provvedimenti al fine di porre rimedio a quanto sopra denunciato, con riserva, da parte nostra, di tutte le iniziative a tutela dei lavoratori”.