ORTE – “Abbiamo contribuito alla scelta di Mauro Mazzola quale candidato presidente per il PD alle elezioni provinciali 2015 perché lo riteniamo una figura autorevole e capace, oltre che uno stimato amministratore.

 

Abbiamo approvato le scelte operate nella composizione della lista di candidati PD a suo sostegno, che consideriamo una soluzione forte e credibile. Non possiamo però rinunciare a stigmatizzare situazioni al limite del surreale.

 

Nelle scorse settimane, mentre il “Partito ufficiale” si riuniva alla ricerca delle migliori soluzioni per la scadenza elettorale, un “Partito ombra” lavorava autonomamente al di fuori di quelle stanze alla ricerca di improbabili opzioni elettorali.

 

La candidatura di Antonio BOBBONI, verso il quale non c’è nulla di personale ma soltanto una marcata distanza politica, nella lista civica a sostegno di Mauro MAZZOLA, insieme ad altri personaggi, ne è una delle dimostrazioni più evidenti e rappresenta una palese forzatura che rigettiamo con forza.

 

L’epoca dei trasversalismi deve finire: non è accettabile che chi è distante dal PD nelle realtà comunali trovi spazio nelle liste a sostegno dei nostri candidati in elezioni provinciali, a maggior ragione se quelle liste di civico hanno ben poco perché sono frutto del lavoro nascosto di esponenti del nostro Partito.

 

Come Circolo di Orte intendiamo esprimere tutta la nostra disapprovazione ed estraneità nei riguardi di operazioni poco chiare che non portano alcun valore aggiunto al PD.

 

Avevamo già preso una netta posizione sul tema in due lettere inviate al Segretario Provinciale PD Viterbo Andrea EGIDI e al candidato Presidente PD Mauro MAZZOLA, rispettivamente in data 25 Marzo e 11 Aprile. Dello stesso tenore era stato l’intervento di Angelo ZEPPA nella direzione provinciale PD del 1 Aprile.

 

Non è moralmente e politicamente ammissibile che il nostro Partito rappresenti il crocevia di giochi di potere più o meno manifesti e il carro su cui salire e scendere a seconda delle convenienze personali.

 

Da anni ormai esponenti del PD si prendono gioco delle scelte e delle posizioni dei territori. Crediamo sia giunto il momento di rompere il muro di silenzio che accompagna tali vergognose e becere azioni.

 

Un Partito è una comunità di persone che condividono idee, valori, prospettive nell’esclusivo interesse della comunità. Siamo convinti che alcune degenerazioni presenti al nostro interno vadano combattute ed estirpate con la massima decisione.

 

Sentiamo forte la necessità di iniziare un percorso di bonifica che consentirà al PD, anche ad Orte, di diventare una forza autorevole e compatta. Su questa strada, con lo sguardo rivolto ai problemi delle persone, chiediamo il sostegno di iscritti, simpatizzanti e cittadini”.

 

Partito Democratico- Orte

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email