Enrico Panunzi

“Stop alla geotermia grazie all’amministrazione Zingaretti”. Lo afferma il consigliere regionale Enrico Panunzi.

«La collega Silvia Blasi dimentica molte cose nella nota inviata alla stampa. – prosegue l’esponente del Partito Democratico – La prima e la più importante. Abbiamo riformulato il suo emendamento, dove ho chiesto di togliere la parte riguardante la bassa entalpia, peraltro già disciplinata da una legge regionale. Una tra le poche approvate in Italia.

Non funziona che quando si dice no è Zingaretti, mentre quando si dice sì è qualcuno altro.

Nessuna inversione di rotta rispetto a una settimana fa. Solo la correzione di un errore nel suo emendamento che, così come era scritto, ripeteva un errore precedente cui siamo andati incontro. Io stesso ho preso parola in aula per spiegare meglio la questione. Il sottoscritto e la Regione Lazio confermano con gli atti la loro contrarietà alla geotermia.

Non è con una gara a piantare le “bandierine” che si tutela il territorio. La geotermia è un tema molto sentito nella Tuscia che richiederebbe la collaborazione tra i rappresentanti eletti in Regione. – conclude Panunzi – Come ho proposto alcuni mesi fa alla collega Blasi. Ci sono vari progetti nel nostro territorio.

Siamo in presenza di una materia concomitante e sarebbe opportuno che il Governo prendesse provvedimenti sugli impianti dell’altopiano di Torre Alfina (Torre Alfina e Castel Giorgio).

Con questa moratoria abbiamo risposto in modo chiaro. Il problema però rimane e per il futuro si possono ancora correre rischi».

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email