Roberta Leoni

Rifondazione Comunista, con i suoi circoli territoriali, aderisce e partecipa alla mobilitazione e al terzo sciopero indetto da Friday for Future: l’appuntamento a Viterbo è per Venerdì 27 settembre, alle ore 10 a piazza del Plebiscito (piazza del Comune).

Il movimento è nato fra i giovani e giovanissimi – e diffuso ormai in tutto il mondo – per rivendicare la radicale tutela dell’ambiente e fermare il cambiamento del clima, le cui conseguenze si cominciano a subire in particolare in alcune aree più esposte del pianeta.

E’ evidente, per chi si richiama con determinazione alle ragioni dell’antiliberismo, che alla base delle devastazioni ambientali che coinvolgono la terra, le acque e l’aria ci sia il modello di sviluppo imposto dal grande capitale, fondato sul profitto predatore, di cui noi tutti paghiamo i costi.

L’interesse economico di pochi, il loro arricchimento senza misura, oltre ad impoverire la parte più grande della popolazione mondiale, sta mettendo a rischio l’esistenza stessa delle foreste, della vita di intere specie animali e vegetali, della qualità dell’acqua che beviamo e dell’aria che respiriamo.

E’ per questo che Rifondazione Comunista parteciperà ovunque alla manifestazione di Venerdì 27, nella propria autonomia e con i propri obiettivi politici: ambiente e clima si salvano a partire dalla conoscenza e dalla tutela dei territori – commenta così Roberta Leoni, segretaria della Federazione di Viterbo.