«Quest’anno con l’emergenza Covid prima e con le premature dimissioni dell’amministrazione Caprioli poi, molti cittadini non hanno presentato la richiesta per la riduzione o l’esenzione della TARI.
Considerato che il termine per l’approvazione del Piano Finanziario per il Servizio di Igiene Urbana è stato spostato al 31 dicembre 2020, riteniamo sia giusto chiedere una proroga al fine di permettere a tutti i cittadini di avere accesso alle agevolazioni. Pensiamo inoltre sia doveroso da parte dell’amministrazione comunale comunicare l’eventuale proroga non solo tramite pubblicazione virtuale, ma anche con manifesti cartacei, in modo che tutta la popolazione possa essere informata.

Per i seguenti motivi abbiamo scritto al Sindaco di Civita Castellana la seguente lettera:

Nel corso dell’anno 2020, a causa delle disfunzioni legate ai problemi interni alla maggioranza aggravati dalla sopravvenuta emergenza sanitaria, non è stato possibile a tutti i cittadini richiedere le agevolazioni per la tariffa sui rifiuti previste nello specifico Regolamento Comunale. Anche noi, presi nella più inutile delle campagne elettorali, non ce ne siamo accorti. Tuttavia, considerato che il termine per l’approvazione del Piano Finanziario per il Servizio di Igiene Urbana è stato spostato al 31 dicembre 2020, è giusto dare la possibilità ai cittadini che nella confusione generale non avessero richiesto le agevolazioni, di poterlo fare. Ovviamente stabilendo un termine, dandone efficace notizia e compatibilmente con le necessità dell’Amministrazione».
Così dichiarano i Consiglieri Comunali del Partito della Rifondazione Comunista Yuri Cavalieri e Maurizio Romani.