“19 Giugno 2020, probabilmente una data che entrerà nella storia della Regione Lazio”

«Avevamo esordito con questa frase nella nostra precedente lettera ma non potevamo essere più felici per le continue smentite arrivate da allora grazie al lavoro di professionisti, istituzioni e Partito Democratico.

22/07/2020 – Si chiude dopo 12 anni la fase di commissariamento per la sanità del Lazio

Non c’è neanche il tempo festeggiare – afferma Federico Rinaldi, coordinatore Circolo Sanità PD Viterbo e Provincia, – perché la lungimirante programmazione di sviluppo e potenziamento messa in atto dalla Regione Lazio non ha mai conosciuto giorni di pausa, tracciando e definendo, di fatto, una chiara linea di demarcazione e distinzione da quelle amministrazioni di centro destra che tutto fanno tranne preoccuparsi del territorio e della cittadinanza( il Comune di Civita Castellana tornerà al voto dopo appena un anno; il comune di Viterbo, scenario di una continua bagarre all’interno della maggioranza, paralizza la città, Montefiascone…..meglio non commentare).

Grazie al lavoro dei nostri rappresentanti in regione, il Consigliere Enrico Panunzi e l’Assessore Alessandra Troncarelli, la provincia di Viterbo si trova a vivere una finestra storica di stanziamento fondi.

Il lavoro incessante, dell’Assessore D’amato in collaborazione con il Direttore Generale della Asl di Viterbo, Dott.ssa Daniela Donetti, ha portato allo stanziamento di ulteriori fondi:

  • 3 milioni e 723 mila euro per la realizzazione della Cittadella della Salute a Vetralla;
  • 4 milioni e 458 mila euro per la Casa della Salute di Orte e realizzazione della degenza infermieristica ad alta intensità, la quarta sul nostro territorio dopo quelle di Bagnoregio, Soriano nel Cimino e Ronciglione.

“Al posto della Rsa, un progetto che nasce alla fine degli anni Novanta, verrà realizzata su mia proposta una casa della salute – ci spiega il Consigliere Panunzi -. È una proposta altamente migliorativa e avanzata perché si passa da una struttura socio sanitaria a una sanitaria, che svolgerà un ruolo fondamentale in un’area vasta confinante con l’Umbria, che di problemi in tema di riorganizzazione sanitaria territoriale non ne ha pochi.

A nome di tutto il Circolo sanità Pd colgo l’occasione per ringraziare la Dott.ssa Donetti e il suo staff per l’enorme mole di lavoro svolta anche in un periodo complicato come questo».