«I continui rincari energetici stanno mettendo in seria difficoltà le famiglie italiane e tutte le attività produttive del paese, incluse le numerose realtà presenti nel territorio della Tuscia.

Fratelli d’Italia sta da tempo  attenzionando questa problematica, come dimostrano le nostre prese di posizione  sul tema in passato e denunciate di nuovo ad inizio Ottobre 2021.

Per ribadire la nostra posizione al fianco delle imprese, – comunicano Massimo Giampieri,  portavoce provinciale FdI, e Marco Rossi, responsabile provinciale Dipartimento impresa e mondi produttivi FdI, – venerdì 28 Gennaio alle 10 saremo a Viterbo per un’iniziativa in località Poggino, davanti al distributore Enerpetroli, e sabato 29, alle 11.30 a Civita Castellana in via delle Industrie, località Prataroni.

Tra le aziende che più stanno subendo gli aumenti energetici, senza dubbio ci sono quelle del distretto ceramico di Civita Castellana, da sempre riconosciute motore trainante dell’economia della Tuscia.

In seguito ai rincari esorbitanti del gas naturale, i produttori stanno meditando seriamente ad un eventuale stop per limitare le perdite, questo a fronte di una ripartenza del settore che si era fatta registrare nel secondo semestre 2021, dopo il complesso periodo legato alla pandemia.

Ci preme sottolineare come questi rincari siano dovuti a situazioni geopolitiche avverse al nostro Paese, per le quali i nostri imprenditori e gli italiani tutti, non sono stati minimamente tutelati né dal Governo dei migliori né dall’Unione Europea, che continuano ad essere vergognosamente assenti nei radar della politica internazionale su questo tema.

Come da ordine del giorno n. 9/3424/308 proposto dal deputato FDI Mauro Rotelli e approvato il 29 Dicembre scorso,chiediamo al governo immediate azioni di sostegno alle attività produttive del nostro territorio, a tutela delle nostre eccellenze e di tutti i lavoratori».