TARQUINIA – “Il tempo stringe per chi non fa attività politica e per chi si interessa del suo territorio solo in campagna elettorale, quindi non per me e tanto meno per il movimento politico Rinnova di cui sono coordinatore. Ai puri tatticismi preferiamo rispondere con i fatti come stiamo facendo da un anno a questa parte.

Ci siamo strutturati, aperto una sede che mancava da tempo, nei prossimi giorni partirà “lo sportello del cittadino” e iniziative sono già in programma per parlare di programmi e progetti per Tarquinia. I riflettori che da giorni vengono accesi sul nostro gruppo ci fanno sempre più pensare di essere sulla strada giusta; quella delle idee, del confronto e della buona politica, dove viene premiato il merito e non chi rimane sempre nascosto nell’ombra. Nessuno spinge l’altro in decisioni affrettate e senza che alla base ci sia una dialettica condivisa e ragionata. Le responsabilità in politica le assume solo chi ci crede e chi ha il coraggio di scegliere, di certo non chi ama giocare su più tavoli alla ricerca frenetica di un posto da ricoprire o una poltrona da occupare.

Chiariamo anzitutto che il centro destra non è spaccato come lo si descrive ma ad essere oggi divisa è una coalizione di centro sinistra ed un PD che perde come alleato il gruppo che fa riferimento a Renato Bacciardi. Noi abbiamo da tempo aperto un confronto al nostro interno sulla strada da intraprendere per le prossime elezioni comunali di primavera così come non abbiamo mai smesso di interessarci dell’Università Agraria, caduta per mano di un PD locale sempre più in affanno, che andrà anch’essa al voto nel 2017. Ci siamo dichiarati disponibili a ragionare con tutti compreso lo stesso Renato Bacciardi, unico candidato attualmente in corsa, che abbiamo incontrato per ascoltare le idee e le riflessioni che lo hanno spinto a intraprendere questa strada della candidatura a sindaco; chiedendo anche un segnale chiaro e netto di discontinuità amministrativa e politica con il passato. Dal canto nostro siamo fermamente convinti che le idee ed i progetti per la Città di Tarquinia devono essere la priorità e le fondamenta di qualsiasi alleanza. Continueremo ad operare come stiamo facendo e come tanti cittadini ci chiedono di fare rinnovando nel merito e nei contenuti, senza imposizioni ed eroi dell’ultima ora.

Le porte del nostro movimento sono aperte alla partecipazione di tutti compresi quei cittadini che non si rispecchiano più in una politica del PD sempre più deludente e lontana dalle esigenze degli stessi; con l’augurio che anche lo stesso Bacciardi abbia preso le dovute distanze. Il gossip politico fa parte del gioco e ne siamo più che consapevoli, come sappiamo di essere determinanti in questa tornata elettorale; proprio per questo non abbiamo mai escluso la possibilità di individuare al nostro interno una figura da candidare”.

Manuel Catini (foto)
Movimento Politico Rinnova

Commenta con il tuo account Facebook