RONCIGLIONE – Sono partiti nella giornata di ieri, lunedì 04 maggio, i lavori per la costruzione di una Casa di Prima Accoglienza denominata “Domus Pacis”, nello spazio della parrocchia S. Maria della Pace, in via IV Novembre.

 

A seguito della concessione di un finanziamento di centomila euro da parte della Regione Lazio, per il progetto presentato, nel giro di circa tre mesi verrà realizzata una struttura di assistenza ai soggetti in difficoltà, che sarà gestita dall’ACAAR – CARITAS, quest’ultima sotto la presidenza del parroco di Ronciglione Mons. Silvio Iacomi.

 

Una struttura all’avanguardia, che verrà realizzata con criteri antisismici, dotata di pannelli solari ed un impianto fotovoltaico per la fornitura di acqua ed energia elettrica. La casa di accoglienza sarà dotata di una cucina, una zona giorno, tre camere da letto e due bagni, con la possibilità di ospitare fino a un massimo di sei persone.

 

“Con la realizzazione della Domus Pacis – afferma l’Assessore ai Servizi Sociali, Daniela Sangiorgi (foto) – Ronciglione raggiunge un risultato importante nella sfera assistenziale ed umana, che permetterà di aiutare persone in difficoltà nelle fasi di emergenza o di recupero e reinserimento. Un grazie da parte di tutta l’Amministrazione va alle associazioni ACAAR – CARITAS, punti di forza nell’ambito assistenziale, per l’importante lavoro svolto quotidianamente al fianco dei più bisognosi, che ora possono contare su un aiuto in più. Grazie, infine, alla Regione Lazio, senza il cui contributo economico il progetto non avrebbe mai preso corpo”.

Commenta con il tuo account Facebook