SAN LORENZO NUOVO – Sabato 07 marzo 2015 si è tenuta la prima seduta della Consulta delle Associazioni. La Consulta delle Associazioni che ha la funzione, tra le altre, di definire in maniera coordinata e condivisa i programmi degli eventi e delle manifestazioni organizzate sul territorio dalle Associazioni iscritte all’albo, è stata istituita con l’entrata in vigore del nuovo Regolamento per l’Albo Comunale delle Associazioni e del volontariato approvato nel corso del Consiglio Comunale del 7 febbraio 2015.

 

Alla seduta della Consulta hanno partecipato gran parte delle Associazioni iscritte all’albo a testimonianza di un rinnovato entusiasmo verso il mondo del volontariato e dell’associazionismo. I lavori sono stati aperti dal Sindaco che ha illustrato a grandi linee il Regolamento delle Associazioni, soffermandosi in particolare su compiti e scopo della Consulta. Successivamente è stato approvato, all’unanimità dei presenti, il Regolamento di funzionamento della Consulta e si è iniziato a gettare le basi per la realizzazione di un programma coordinato e condiviso per la prossima estate.

 

“Una nota stonata – dice il Sindaco Bambini – l’assenza dei rappresentanti della Pro Loco. Probabilmente avevano di meglio da fare che interessarsi al programma degli eventi del prossimi mesi. Vorrà dire che se la Pro Loco dovesse decidere di organizzare qualche evento, dovrà adeguarsi agli spazi lasciati liberi dalle altre Associazioni. Certo è che questo atteggiamento di sufficienza nei confronti dell’Amministrazione Comunale e delle altre Associazioni presenti alla seduta della Consulta mi sembra assurdo e irresponsabile oltre che dannoso per il paese e per la sua gente. Tra l’altro non è certo questo il primo segno di insofferenza e scarsa collaborazione nei confronti dell’Amministrazione Comunale. Forse il Presidente Rocchi non ha ben chiaro quali sono i compiti e le funzioni del Presidente della Pro Loco, forse ha esaurito le sue motivazioni o forse è consigliato male. Comunque sia credo che l’unico modo per risolvere questa situazione siano le sue dimissioni. Intanto, in ossequio alle più elementari norme di trasparenza, lo invito a riaprire immediatamente il tesseramento per permettere a chi lo voglia di poter entrare a far parte dell’Associazione”.

Commenta con il tuo account Facebook