È stata presentata ufficialmente ieri, 17 maggio, alle ore 20, presso la sede elettorale, la lista dei candidati di Giovanni Scuderi.

“Sono stato coinvolto in questa esperienza iniziata come provocazione il 28 gennaio – ha evidenziato il candidato Sindaco per Viterbo – e continuata perché crediamo che si possa realmente dare un futuro diverso alla nostra città e perché ci hanno fatto sentire utili alla causa: abbiamo avuto colloqui con tutte le forze politiche. Ma noi siamo apartitici e non scendiamo a compromessi”.

L’atmosfera che si respira durante la presentazione è allegra, festosa, di grande coesione. Quella di Giovanni Scuderi è una vera squadra. Pochi candidati, 24 in tutto: 12 uomini e 12 donne, uniti e decisi a dare un volto veramente nuovo alla città. Uomini e donne competenti, imprenditori, professionisti, che conoscono a fondo la città e le sue problematiche e che hanno vissuto e vivono sulla loro pelle il degrado che imperversa.

“Già l’essere scesi in campo è una vittoria – continua Scuderi -. Il programma è sintetico, ma realizzabile. Non promesse, ma fatti. Il primo punto è il centro storico, che è in degrado totale. Noi vogliamo ricostruire ciò che hanno distrutto. I nostri figli, per trovare lavoro, devono cambiare città. Non è giusto. Il centro storico, cuore pulsante di ogni città che si rispetti, ha bisogno di sicurezza (e Scuderi, mentre parla, rivolge il suo sguardo al candidato generale Giorgio Dino Guida, già Comandante Provinciale dei Carabinieri di Viterbo, che ben conosce le problematiche e sa come affrontarle con piena competenza).

Viterbo ha bisogno di pulizia, di parcheggi, di decoro, ma soprattutto di turismo. Il cuore pulsante di una città, il centro storico, deve tornare a vivere. Può e deve farlo”.

Scuderi 2 700x350

Poi il candidato sindaco di Viterbo coinvolge la squadra in una riflessione: “Perché ci siamo messi in gioco? Avevamo tante domande ma nessuno ci dava risposte”. Tutta la squadra di Scuderi, compatta, formata da persone che lavorano e che lavoreranno per il bene di tutti, è pronta finalmente, per cambiare davvero volti e volto alla città.

L’architetto Pierluigi Sbandi, per tutti Lele, ribadisce con decisione: “Ci siamo ritrovati in tanti a pensare che i cittadini avessero voluto sposare una causa nuova, con gente nuova. A questo punto la nostra è una sfida. Noi siamo persone che non hanno bisogno di quegli scranni in comune, della cosiddetta “poltrona”, ma vogliono solo il bene della città. Questo progetto andrà avanti, qualunque sia il risultato finale. A me piace questa “comune” che abbiamo creato: la politica, se interpretata in un certo modo, è una cosa bella. Non sempre lo è stata finora a Viterbo!”.

Poi ricorda ai presenti che, in piena pandemia, in un periodo critico e problematico per tutti, a un anno della fine del mandato, i politici – che si sono ricandidati – non sono riusciti a mettersi d’accordo e a fare qualcosa di buono per la città. Sbandi aggiunge: “Festeggeremo qualunque sia il risultato, perché proviamo a realizzare un sogno. E siamo “tignosi” come tutti i viterbesi che credono in un futuro diverso per Viterbo.

Poi vengono presentati i candidati e Scuderi infine afferma: “Noi siamo tutti consiglieri e tutti candidati a sindaco. Lavoreremo insieme per dare un volto nuovo a Viterbo, ascoltando i cittadini perché siamo noi stessi cittadini, lontani dalla solita politica che, in questi anni, non ha saputo dare risposte e risultati ai viterbesi”.

La squadra brinda al futuro di Viterbo e a chi vorrà darle fiducia perché crede che la città possa risorgere, con un gruppo coeso, capace, apartitico e un programma concreto e attuabile.

Ecco la squadra di Giovanni Scuderi: Pierluigi Sbandi, Anna Maria Mileto, Angelo Topi, Alessandra Belli, Giorgio Dino Guida, Susanna Bucciolini, Massimiliano Perandria, Carla Torregrossa, David Di Clavio, Veronica Formica, Giuseppe Falone, Alessandra Achilli, Massimo Signorelli, Andrea Cristina Bersanetti, Rinaldo Palumbo, Bruna Proietti Petretti, Luca Agostinelli, Patrizia Giuliobello, Roberto Panunzi, Francesca Marsella, Pellumb Muja, Domenico De Caprio, Maria Teresa Della Casa, Rosa Fantini.

Articolo precedenteBagnaia-Vitorchiano, quando il ripristino della normale viabilità?
Articolo successivoViterbo, il meteo per domani 19 Maggio