VITERBO – “Mi dispiace molto della protesta dei ragazzi del Santa Rosa di Viterbo, scoppiata a seguito della mancata accensione dei riscaldamenti. In questi ultimi giorni, presso diversi istituti della provincia, si sono presentate una serie di problematiche tecniche, di varia natura. Abbiamo cercato di provvedere con urgenza e non senza difficoltà, riuscendo a coprire tutte le necessità. Si è fatto ricorso a più ditte, impiegate contemporaneamente, proprio per accelerare i tempi ed arrecare meno disagio possibile agli studenti ed al personale delle scuole. L’unica eccezione, purtroppo, è stata quella dell’istituto S. Rosa che ha avuto un guasto più serio rispetto agli altri. E’ stata evidenziata, infatti, una grossa infiltrazione d’acqua, all’interno della caldaia.

 

Il danno ha richiesto un’operazione di rimozione dell’acqua, attraverso lo svuotamento completo della caldaia stessa ed un complesso intervento. Se i ragazzi avessero chiamato o ci avessero informato subito e direttamente non avrebbero perso un solo giorno di scuola.

 

La provincia è in prima linea per cercare di risolvere tutte le problematiche che giornalmente si presentano. Mi piacerebbe che si potesse contare sulla reciproca fiducia. Sono disponibile al dialogo, ad intervenire, a fare sopralluoghi, anche personalmente, se dovesse servire. I ragazzi, e non solo, devono capire che siamo qui anche per loro, sempre a disposizione. Vorrei però ricordare che, aldilà delle proteste, con il dialogo, a volte, si ottiene di più…. anche questa è una lezione!”

 

Mauro Mazzola (foto)
Presidente della Provincia di Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook