Domani 7 ottobre ricorre il 40° anniversario dalla scomparsa di Luigi Petroselli.

«La sua è stata e continua ad essere – comunica la Federazione Pd Viterbo – una storia originale e straordinaria ricca di stimoli, di suggerimenti, di insegnamenti che valgono anche per l’oggi. Infatti, seppure la sua vicenda abbraccia un periodo delimitato del secolo scorso, quasi cinquant’anni (1 marzo 1932 – 7 ottobre 1981) la forza della sua attività parla ancora ai sentimenti della società dei nostri giorni.

Petroselli ha amato la politica dedicandole la sua vita ed ha messo idee, intelligenza e passione al servizio della collettività tenendo insieme i grandi valori di democrazia, libertà ed uguaglianza con l’azione concreta di governo per migliorare davvero le condizioni di vita delle persone, in particolare dei più deboli.

Per queste ragioni non abbiamo mai smesso di ricordare la sua figura e la sua esperienza.

Lo faremo anche in questa circostanza con una presenza al cimitero S. Lazzaro di Viterbo la mattina del 7 ottobre alle ore 10:00, in compagnia dei familiari, dei militanti e dei cittadini che vorranno essere con noi.

Seguirà poi, a partire dalle ore 11:00, presso la Sala Regia del Comune di Viterbo, nel rispetto delle norme anti Covid-19, un momento istituzionale a cui parteciperanno Angela Giovagnoli, autrice della biografia “Luigi Petroselli”, il sindaco di Viterbo Giovanni Arena, il presidente della provincia Pietro Nocchi, il consigliere regionale Enrico Panunzi e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti».