VITERBO – “Sassata contro la finestra dell’ufficio del presidente del consiglio De Alexandris (foto), il sindaco: “Un gesto stupido che poteva fare male”. “Un gesto stupido che poteva fare male”. Commenta così il sindaco Leonardo Michelini l’episodio di questa mattina che ha interessato il presidente del consiglio comunale Maria Rita De Alexandris. “Un gesto incivile da condannare – prosegue il primo cittadino – che avrebbe potuto portare ben più gravi conseguenze. Al presidente del consiglio comunale De Alexandris la mia solidarietà e quella dell’intera amministrazione”.

 

Leonardo Michelini
Sindaco di Viterbo

 

________________________________________________________________________________

 

“Quello contro la presidente del consiglio comunale di Viterbo Maria Rita De Alexandris è un atto che si commenta da solo e qualifica chi lo ha commesso. Un gesto incivile che però poteva avere conseguenze gravi. Esprimo alla De Alexandris tutta la mia solidarietà per quanto è successo”.

Enrico Panunzi
Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio

 

________________________________________________________________________________

 

“Condanno con assoluta fermezza l’irresponsabile gesto compiuto questa mattina, quando un sasso e’ stato scagliato contro le finestre della presidente del consiglio comunale di Viterbo Maria Rita De Alexandris, alla quale esprimo vicinanza e solidarietà. Azioni simili, sono soltanto un oltraggio all’intelligenza. Rimane da constatare che, per fortuna, nessuno si è fatto male”. Lo dichiara Riccardo Valentini, Vice capogruppo del Pd al consiglio regionale del Lazio

 

________________________________________________________________________

 

“Da amica, collega e soprattutto donna, esprimo la completa e totale solidarietà alla nostra Presidente del Consiglio Maria Rita De Alexandris. Questi atti di violenza, che fortunatamente non hanno provocato danni fisici, vanno condannati profondamente e assolutamente minimizzati. Non ci si può più arrendere a questo modo vigliacco di esprimere un dissenso, né pensare che sono gesti di qualche buon tempista che voleva solo scherzare. Perché diventa la stessa logica di chi violenta o uccide una donna: non era in se, non era in grado di intendere e di volere, era accecato dalla rabbia. Coraggio Presidentessa sono certa che come me, anche tutti gli altri tuoi colleghi in questo momento si stanno stringendo intorno a te, e male che vada ci prenderemo una sassata. Sono con te”.

 

Daniela Bizzarri
Consigliere comunale PD Delegata Pari Opportunità

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email