Stefano Parisi

VITERBO – In un’epoca in cui si assiste a tentativi di alleanze politiche improbabili e a dichiarazioni elettorali in cui si afferma tutto e il contrario di tutto, un nuovo episodio si pone all’attenzione della politica nostrana, stavolta in ambito prettamente regionale.

A darne contezza, sul proprio profilo twitter, è Stefano Parisi, candidato governatore della Regione Lazio per il centrodestra nelle ultime elezioni regionali.

All’esponente di Forza Italia è stato infatti recapitato un verbale inviatogli dalla Polizia locale di Viterbo per un’infrazione al limite del surreale.

La causa, come si legge nel verbale pubblicato dallo stesso Parisi, è la seguente. “In qualità di destinatario del messaggio di propaganda elettorale relativa alle consultazioni elettorali del 4 marzo 2018, affiggeva o faceva affiggere manifesti a favore del candidato Zingaretti Nicola al di fuori degli spazi assegnati singolarmente su ogni plancia elettorale dell’Amministrazione Comunale”.

Puntuale e intrisa di sarcasmo la reazione di Parisi, che ha così commentato la vicenda. “La burocrazia a Viterbo raggiunge livelli di eccellenza! Ho ricevuto questo verbale della Polizia Locale di VT che mi accusa di aver fatto affiggere fuori dagli spazi consentiti i manifesti elettorali di Nicola Zingaretti… Fantastico!!!”

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email