«Con l’accordo di ieri in Conferenza Stato-Regioni, la stretta sui vitalizi è un duro colpo per la casta ma è una risposta doverosa nei confronti dei cittadini.
Per questo il MoVimento aveva già presentato una proposta di legge a gennaio ma dalla giunta Zingaretti attendiamo ancora un segnale per la calendarizzazione.
Intanto, – comunica M5S Regione Lazio – con l’accordo di ieri la stretta è retroattiva, quindi anche per gli ex consiglieri regionali, definitiva e comporta il ricalcolo con il sistema contributivo su quanto effettivamente versato dagli eletti, alla stessa stregua con cui si calcola la pensione dei cittadini. Come richiesto dalla proposta M5S in Regione.
Per la Regione Lazio, il taglio ai vitalizi è un traguardo decisivo e frutto di un lavoro, da parte del MoVimento, lungo anni: il deposito in Regione è della proposta di legge è del 10 gennaio scorso, a prima firma della consigliera 5S Valentina Corrado. Ed è un adeguamento richiesto già da 6 anni!! Con l’abolizione accordata ieri, il Lazio può risparmiare su una spesa per i vitalizi di 18 milioni di euro.
Noi abbiamo presentato una proposta di legge in @ConsiglioLazio già a gennaio: @nzingaretti quando calendarizziamo? I soldi risparmiati possono essere utilizzati per le liste di attesa e le altre necessità di tutti i cittadini laziali e per questo rinnoviamo il nostro appello alla Giunta Zingaretti: che la nostra legge sia discussa e approvata al più presto!»