BASSANO ROMANO – “Nella seduta del 16 aprile 2015, il Consiglio Comunale di Bassano Romano ha ratificato e dichiarato il proprio sostegno all’unanimità (unica assente la consigliera Paola Marchetti) all’iniziativa intrapresa dal Sindaco Angela Bettucci, la quale ha aderito alla contro diffida presentata da moltissimi Comuni della Provincia di Viterbo verso la Regione Lazio, che aveva inviato a metà marzo una nota di diffida con minaccia di commissariamento in caso di non cessione, entro 30 giorni dalla ricezione della nota stessa, delle infrastrutture e della gestione del servizio idrico integrato alla Talete Spa.

 

Il testo della mozione presentata dalla maggioranza, oltre a ratificare e sostenere l’adesione del Sindaco Bettucci alla contro diffida verso il provvedimento della Regione Lazio, ribadiva il risultato locale dei referendum del 2011, che avevano visto la comunità bassanese esprimersi, con un netto 96,3% dei votanti, contro la privatizzazione dell’acqua e con il 96,4% contro i profitti sulla gestione del servizio idrico integrato.

 

Il Consiglio Comunale inoltre, votando all’unanimità il testo della maggioranza, ha ribadito il proprio appoggio alla Legge Regionale 5/2014 “Tutela, governo e gestione pubblica delle acque” (alla quale ha contribuito votando la proposta di legge dei comitati per l’acqua pubblica, poi fatta propria dalla Regione Lazio) sollecitando la Regione “ad avviare tutte le procedure volte alla piena e tempestiva attuazione” della stessa. Il testo della mozione si conclude con il mandato al Sindaco e alla Giunta comunale “ad adire le competenti autorità giudiziarie a tutela dei diritti e interessi della comunità di Bassano Romano”. Mandato che, qualora ce ne fosse la necessità, non verrà disatteso.”

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email