ACQUAPENDENTE – “A distanza di oltre cinque mesi la Giunta Comunale non ha ancora rispettato la richiesta unanimemente formulata dal Consiglio comunale, omettendo, anche su questo delicato ed importante argomento, di rispettare la volontà unanime dell’organo democraticamente eletto dalla popolazione”.

 

Questo il cosiddetto “cuore” della nota informativa inviata ai Consiglieri Comunali di Acquapendente ed al Segretario Comunale dai consiglieri della lista civica di minoranza Franco Ferri, Alessandro Brenci, Aldo Bedini, Sergio Iacoponi. “Con atto Deliberativo di Consiglio”, precisano gli stessi, “avevamo chiesto alla giunta di verificare attraverso un piano finanziario puntuale i costi ed i ricavi al fine di valutare ipotesi di riduzione tariffaria e formulare proposte operative per superare le criticità emerse dal sottoporre al Consiglio stesso previo passaggio in Commissione.

 

Fare riferimento quindi ad un palese omissione di atti d’ufficio è nostro dovere. Se poi aggiungiamo il fatto che nel caso di specie deve essere trattato un argomento che incide pesantemente sulle tasche dei cittadini che proprio in questi giorni stanno ricevendo la cartella Tari), allora richiamiamo tutti i componenti del Consiglio al rispetto delle regole, atteso che siamo convinti che una semplice conferma delle tariffe dell’anno precedente è poca cosa, e che deve essere fatto di tutto per attivare un meccanismo premiante se veramente vogliamo raggiungere la percentuale di raccolta differenziata cui siamo obbligati, se non vogliamo correre il rischio di gravi penalizzazioni”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email