TARQUINIA – Al via il 22 giugno, in località Spinicci, i soggiorni estivi per gli utenti del centro socio-riabilitativo “Luigi Capotorti”, un appuntamento tra relax, divertimento e formazione in un ambiente informale. Con la collaborazione dell’Università Agraria di Tarquinia, è stata pulita la pineta e messa in sicurezza la tettoia della struttura, dove si svolgono i soggiorni.

 

«Ringrazio l’Università Agraria, Giulio Paoloni, i proprietari dello stabilimento balneare Corto Maltese, per mettere ogni anno a disposizione l’attrezzatura da spiaggia, i bagni e le pedane, e i gestori del campeggio dell’Università Agraria, sempre disponibili in caso di necessità e, in ultimo, quelli del ristorante Tomer Sas di Stancu Clarise & C, per offrire pasti a prezzi convenienti. – commenta il presidente del Centro socio-riabilitativo “Luigi Capotorti” Marco Gentili (foto) – I soggiorni estivi nascono nell’ambito del Centro e si rivolgono in modo speciale ai ragazzi adulti con disabilità. Dopo i quattordici anni, ma ancor più dopo i diciotto anni, si riducono o spariscono i servizi rivolti ai ragazzi disabili. Non fanno eccezione i centri estivi. Una lacuna quindi colmata da un’opportunità che auspico sia proposta e realizzata ogni anno, per il benessere psico-fisico delle persone che vengono coinvolte».

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email