TARQUINIA Stamani, il Comune di Tarquinia ha iniziato i lavori per la messa in sicurezza dell’ex foce di Ponente attraverso il rifacimento delle aree crollate.

L’area era stata interdetta per motivi di sicurezza lo scorso dicembre ,dopo che l’erosione del mare aveva creato una voragine di notevoli dimensioni proprio sul molo che congiunge due delle spiagge più amate della cittadina tirrenica.

Dopo la fase di monitoraggio della spaccatura e l’attuazione dei dovuti rilievi, la prossima settimana sarà installato il ponticello che permetterà ai tanti bagnanti l’accesso alla spiaggia delle Saline.

“Abbiamo seguito un iter di somma urgenza-dichiara l’Assessore ai lavori pubblici Laura Sposetti- riuscendo a realizzare il ponte nel minor tempo possibile consentendo così la fruizione della spiaggia a stagione balneare appena iniziata. Per quanto non fosse di nostra competenza, visto che l’area interessata è proprietà del Demanio, in accordo con quest’ultimo siamo intervenuti per sanare la situazione. L’opera è ovviamente temporanea, in seguito il Comune presenterà un progetto al Demanio per la ristrutturazione definitiva del molo.”

 


 

“Questa mattina sono iniziati i lavori di messa in sicurezza delle parti pericolose della Foce di Ponente alle Saline. Le criticità della struttura e la contestuale richiesta di realizzare un ponticello che garantisse un passaggio più sicuro per le persone sono state sollevate giá dallo scorso agosto, quasi un anno fa’. In questi mesi abbiamo sollecitato tutti gli Enti interessati: il Ministero dell’Ambiente, la Regione Lazio, l’Ardis, il Comune di Tarquinia, i Carabinieri del Nucleo Tutela Ambientale, la Capitaneria di Porto, l’Agenzia del Demanio. Assieme a molti concittadini non abbiamo mai mollato, continuando a spingere perché venissero eseguiti questi interventi importantissimi. Una battaglia vinta grazie all’amore di tanti tarquiniesi che hanno deciso di non mettere la testa sotto la sabbia, di non accontentarsi dello stato dei fatti e di continuare ad attenzionare i problemi senza sosta e senza scoraggiarsi. Quello che ha vinto, con l’inizio dei lavori alla Foce di Ponente, é questo rinnovato senso civico, questo desiderio di non accontentarsi al degrado e di dimostrare amore per il nostro territorio, in barba a lentezze burocratiche ed altri mali che affliggono la nostra societá. Grazie, Tarquiniesi!”

Tarquinia nel Cuore

Commenta con il tuo account Facebook