Alessandro Romoli

 

PROVINCIA – Ringrazio il segretario nazionale on. Lorenzo Cesa per la fiducia riposta nei miei confronti.

Ho accettato con entusiasmo la responsabilità di riorganizzare l’Unione dei Democratici Cristiani e di Centro in Provincia di Viterbo, partito al quale ho da sempre aderito e nel quale ho vissuto la mia esperienza politica.

Insieme ai tanti amici che sul territorio hanno continuato a sostenere l’U.D.C. riorganizzeremo il partito in provincia di Viterbo.

L’essere stato nominato commissario provinciale implica oltre alla responsabilità del partito, la capacità e disponibilità di saper coordinare le esperienze, le potenzialità e le sensibilità che all’interno di esso esistono.

L’UDC può rappresentare in Italia e soprattutto nella nostra provincia il contenitore politico privilegiato per i moderati che si rifanno all’esperienza democratico cristiana e soprattutto coloro i quali si riconoscono appieno nel partito popolare europeo. Sono certo che non mancherà il contributo di tutti e lavoro già da queste ore alla formazione di un comitato provinciale rappresentativo delle tante realtà locali dei tesserati, degli amministratori e degli amici che hanno voglia di impegnarsi. Nominerò a breve anche un commissario per la città di Viterbo.

Il clima che si respira tra noi è quello di una grande voglia di ricominciare unito ad una serenità di rapporti reciproci fondati sulla leale collaborazione, reciproca stima e sincera amicizia.

E’ tempo di fare chiarezza, di far capire ai nostri elettori la volontà di contribuire a creare un fronte moderato e popolare unito in grado di rappresentare un’ alternativa di governo seria e credibile. Il territorio viterbese negli anni ha dimostrato di apprezzare questa proposta politica; le ultime elezioni amministrative hanno visto in tutta Italia e anche in Provincia di Viterbo l’elezione di nostri amici alla guida degli enti locali, questo ci consente di rilevare senza timore di smentita che esiste lo spazio politico per tornare a rappresentare i nostri valori e il nostro modo di far politica. Un modo di far politica non urlato, non sguaiato né tanto meno improntato sul populismo e la demagogia ma fondato sull’impegno, il confronto, la competenza, la capacità di affrontare le problematiche dandone una soluzione concreta. Ho invitato il Segretario nazionale on. Cesa, il quale mi ha assicurato la sua disponibilità a incontrare nelle prossime settimane qui a Viterbo il gruppo dirigente e gli amici che vorranno condividere questa esperienza. Proprio con questo spirito l’UDC viterbese riparte”.

Alessandro Romoli
Commissario Provinciale dell’Unione dei Democratici Cristiani e di Centro

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email