REGIONE – “L’approvazione dei 16 atti aziendali della Asl della nostra Regione non rappresenta soltanto l’adempimento ad un importante obbligo di tipo burocratico amministrativo ma segna l’inizio di un epoca nuova, improntata sulla programmazione per la gestione del sistema sanitario regionale.

 

Il “governo razionale”delle Asl che comprende tra le altre misure la riduzione del 38% delle Unita’ operative complesse che passano da 1.774 a 1.090, con il taglio di 684 dirigenti, porterà ad un risparmio annuo di venti milioni di euro. Risorse utilissime che contribuiranno ad arrivare entro la fine del 2015 all’uscita dal Commissariamento, passaggio obbligatorio per tornare ad immettere nel sistema sanitario nuova forza lavorativa a cominciare dai 600 precari della sanità. Un risultato importantissimo centrato dalla Giunta Zingaretti che attraverso lo sforzo e l’impegno della Cabina di regia è la capacita di fare squadra è riuscita ad approvare le “carte costituenti” delle nostre aziende sanitarie.

 

Atti che attraverso la programmazione e l’individuazione di obiettivi stratetici lasciano fuori gli egoismi che in passato hanno permesso di plasmare le strutture sanitarie su obiettivi personalistici. Gli atti aziendali rappresentano il mezzo attraverso il quale ridurre gli sprechi e le inefficienze del sistema sanitario regionale per puntare a risparmi di risorse economiche ed umane necessarie a rafforzare sempre di più il sistema di presa in carico dei cittadini”.

 

Riccardo Valentini (foto)
Vice capogruppo Pd Consiglio regionale del Lazio

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email