«Le elezioni comunali hanno consegnato per l’ennesima volta la nostra città a Sandrino Aquilani, al quale vanno i nostri auguri ma verso il quale nutriamo un forte scetticismo, dettato dalle posizioni politiche della sua maggioranza e, soprattutto, dal ricordo dei tanti problemi che hanno afflitto Vetralla durante i suoi precedenti mandati.

Ci poniamo quindi – comunica il gruppo politico di Vetralla 2030 – come opposizione razionale, ma intransigente, con uno sguardo attento alla tutela delle esigenze dei vetrallesi e alla difesa del nostro territorio. Inoltre, ci proponiamo come nuovo riferimento verso coloro che non hanno sentito la possibilità di scegliere una proposta valida alle ultime elezioni (più di 4000 vetrallesi, soprattutto giovanissimi, si sono astenuti), o hanno votato turandosi il naso.

Diciamo basta ai partiti che fingono una vicinanza alle persone e che non sanno accoglierne i problemi, ma anzi si sono spesso posti come freddo interlocutore, sordo ad ogni richiesta e, ancor peggio, ad ogni proposta.

Ascoltiamo ogni giorno le voci di cittadini stanchi di una classe dirigente arrogante e distante, che negli anni si è resa protagonista di clamorosi errori politici, fino ad arrivare a indegni accordi con le forze di destra.

Per questo abbiamo deciso di dare forza a queste voci, di iniziare a costruire una casa politica che possa accogliere tutti coloro che hanno voglia di costruire una Vetralla più giusta, più efficiente, più bella da vivere e che sia finalmente una valida scelta per chi non vuole più votare per il male minore».