VITERBO Grande partecipazione alla conferenza stampa indetta dal candidato sindaco Giovanni Maria Arena al comune di Viterbo per il centro destra unito, che si è tenuta oggi al Gran Caffè Schenardi, per illustrare alcuni dei temi cardine su cui si concentrerà il suo mandato.

“Ridiamo forza alla città partendo dai giovani e dalla tecnologia, non esiste innovazione che non passi attraverso le nuove generazioni. Se vogliamo far ripartire Viterbo, dobbiamo puntare sulla diffusione di una maggiore cultura digitale a più livelli. Ad esempio, snellire le pratiche burocratiche dell’amministrazione comunale per raggiungere, nei prossimi 5 anni, la piena digitalizzazione dei servizi, con moderni sistemi di informatica.” Lo ha dichiarato Arena durante la conferenza. Viterbese doc, ha alle spalle 40 anni di esperienza in ambito politico, nelle precedenti amministrazioni comunali e regionali del Lazio.

Continua Arena“Purtroppo, negli ultimi anni a Viterbo non sono arrivati finanziamenti dell’UE, così sono mancate le risorse da investire in europrogettazione. Per questo, guarderemo con grande interesse alle opportunità offerte dai programmi europei per l’innovazione, come ad esempio l’installazione di hotspot WI-Fi che possono essere installati dai Comuni utilizzando il buono dell’UE. Ma non solo. Vogliamo creare un ‘Laboratorio Europa’, cioè un team di europrogettazione, frutto della collaborazione tra il Comune di Viterbo e l’Università degli Studi della Tuscia, al fine di mettere insieme un gruppo di professionisti per rilanciare la città.”

L’Italia è il Paese dell’Unione che sfrutta meno le possibilità offerte dalle risorse comunitarie, perché spesso presentare i progetti richiede l’impiego di professionalità specializzate, che magari all’interno delle pubbliche amministrazioni non sono presenti.

Per Arena “lo sviluppo dei territori passa attraverso le risorse dell’Europa, e la città di Viterbo lo sa bene, avendo iniziato anni fa un importante percorso di crescita grazie ai fondi PLUS. Risorse comunitarie e regionali arrivate durante la giunta di centro destra Marini del 2012, i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti: la riqualificazione di Valle Faul, con la realizzazione degli ascensori che la città attendeva da decenni. Se l’abbiamo fatto una volta, dunque, possiamo farlo ancora.”

Il candidato, inoltre, ci tiene a precisare che se verrà eletto “la maggior parte dei consiglieri saranno giovani, perché il punto di vista dei ragazzi è prioritario al fine di comprendere le esigenze e le mancanze della società attuale. È contando sul loro talento che Viterbo e il territorio della Tuscia potranno essere competitivi. Mi impegnerò, quindi, per la presentazione di progetti per le politiche giovanili, proponendo Viterbo come capitale europea dei giovani. Il futuro si costruisce sulle nuove generazioni.”

Commenta con il tuo account Facebook