“Bene l’operazione portata a termine dai Carabinieri del Nas che ha permesso di individuare medici infedeli grazie anche alla piena e totale collaborazione della Direzione della Asl. Non deve esserci spazio nel Servizio sanitario regionale per chi mette in atto condotte che ledono il diritto alla salute pubblica”.

Lo dichiara in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email