REGIONE – “È passato più di un mese dalla decadenza dei commissari e le Ater del Lazio sono ancora senza organi di governo.

Dopo oltre quattro anni di commissariamenti giustificati solo dalla tanto sbandierata (a chiacchiere) riforma rivoluzionaria di Zingaretti con tanto di comunicati e fanfare, dopo l’accantonamento della stessa e il ripiego sulla mini-riforma approvata a luglio di quest’anno, avendo avuto tre mesi di tempo per provvedere agli adempimenti per nominare i Presidenti dei consigli di amministrazione (compreso il parere del Consiglio), Zingaretti lascia le aziende ‘case popolari’ del Lazio senza guida dalla fine di settembre.

Al netto dei profili di legittimità, di questo passo arriviamo alla fine della legislatura con aziende senza guida in mano a soli direttori, liberi di fare tutto ed il contrario di tutto. Incapacità o calcolo ? Penso che Zingaretti su questo stia fornendo un’altra freccia all’arco dei suoi competitori in campagna elettorale.” Lo dichiara il capogruppo regionale del Gruppo Misto, Pietro Sbardella.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email