Stalking

«Da alcuni giorni il “Movimento 5 stelle”, per voce della sua consigliera regionale Silvia Blasi, si agita per le donne che subiscono violenza (articoli dei giorni 07 e 14 febbraio 2020).

Siamo stupefatte – comunica l’associazione Erinna – di fronte a chi rappresenta il territorio e non sa che vi esiste un Centro antiviolenza da venti anni, dato che si limita a riportare i dati regionali senza farsi una domanda o indagare.

Sono cinque anni che Erinna contrasta la regione sulle mendaci dichiarazioni rispetto a ciò che esiste nei territori; la regione può sostenere che a Viterbo non esiste un Centro antiviolenza istituzionale – non solo per volere di Erinna -, ma non può continuare a dichiarare che NON esiste un Centro antiviolenza a Viterbo.

Il “Movimento 5 stelle” locale, evidentemente, non sa profittare del ruolo di opposizione per valorizzare la provincia che rappresenta; sono avvezzi a internet e basta cliccare: non c’è bisogno – e ce ne sarebbe – di incontrare Erinna per conoscere meglio cosa esiste e cosa si fa, da vent’anni, nel territorio».