VITERBO – “Finalmente dopo tanto grigiore leggo delle belle riflessioni della nostra consigliera Melissa Mongiardo. Hai pienamente ragione stiamo vivendo un periodo della politica viterbese che non ha senso, stiamo vivendo la negazione totale della politica, stiamo vivendo una politica surreale e paranoica, “dove compagni di partito sistematicamente ti denigrano per una mera guerra di posizionamento e di correnti” ed anche per protagonismo invidia e cattiveria.

 

Torniamo all’ordine naturale della politica, all’arte del buon governo della città e del territorio ( nel medioevo intere pareti di palazzi comunali venivano affrescate con storie del buon governo e del mal governo, commissionate da Amministratori intelligenti e attivi intenti al benessere dei cittadini.)

 

Come ha detto giustamente il nostro capogruppo, F. Serra qualche consiglio fa “immaginavo un Consiglio comunale impegnato sui fatti, immaginavo una Giunta attiva e propositiva, immaginavo un’ Amministrazione efficiente ed efficace, attenta alla città al territorio e alle frazioni.”

 

Ma se tutto questo non è avvenuto è dipeso solamente da posizioni e arroccamenti impossibili. Il momento storico che vive la Città e l’Italia non è dei migliori: la crisi economica e la disoccupazione, sembrano non aver fine. Due anni fa siamo partiti al massimo, con tanto entusiasmo e voglia di fare: volevamo fare bene, forse un po’ di presunzione e di protagonismo ci hanno punito.

 

Le risse ci hanno portato a non fare, puntare i piedi in Consiglio non è servito a nulla, ci stiamo facendo male da soli. Ritorniamo al dialogo e al confronto costruttivo, ritorniamo alla ponderatezza di ciò che vogliamo, facciamo squadra e ripartiamo con lo slancio vitale di un tempo. Pensiamo la città, ai cittadini basta poco perché la nostra città, le nostre frazioni e il nostro territorio sono già belli così, dobbiamo solamente curare, conservare, modernizzare quanto basta.

 

Non riusciremo nei grandi progetti e nei grandi lavori per le poche risorse a disposizione ma possiamo prenderci cura di ciò che abbiamo.
Saremo allora l’Amministrazione dell’attenzione. Collaboriamo e aiutiamo il Sindaco affinché possa serenamente e giustamente risolvere ogni cosa”.

 

Augusta Boco
Consigliera comunale Pd

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email